Liguria24 - Liguria Notizie in tempo reale, news in Liguria: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

L’ANPI di Sanremo boicotta la commemorazione dell’eccidio nazista di Sospel e si schiera con i migranti: “Oggi sono loro le vittime”

Ventimiglia. “Quando leggiamo lettere di condannati a morte, partigiani, scritti che sono rimasti come testimonianze delle loro idee, dei loro pensieri, noi sappiamo che cosa volevano: sognavano un mondo diverso da quello che avevano conosciuto loro e nel quale non ci fossero illegalità, ingiustizia ma un rapporto di uguaglianza e rispetto tra le persone.
 Questo discorso, oltre che nelle lettere dei condannati a morte, lo troviamo anche in tutti quelli che sono morti per non tradire gli altri, quando sono stati fatti prigionieri. Un discorso che troviamo confermato nella nostra costituzione, che nasce basandosi su certi principi per i quali i partigiani hanno combattuto e che poi sono stati accolti anche da organizzazioni di carattere europeo e mondiale”.
Lo ha detto Amelia Narciso, presidente dell’ANPI di Sanremo, che oggi ha celebrato in modo “diverso” e in un luogo simbolo dell’accoglienza dei migranti una data che è iscritta nella storia della guerra partigiana: il 12 agosto 1944.

L’ANPI di Sanremo ha infatti scelto di boicottare in segno di protesta la commemorazione dell’eccidio nazista di Sospel, dove erano stati trucidati dei partigiani, e ricordare invece le vittime del bombardamento che aveva distrutto via Tenda durante la seconda guerra mondiale e questa mattina si sono dati appuntamento con un mazzo di fiori davanti alla lapide in memoria dei caduti presente nel sagrato della chiesa di Sant’Antonio delle Gianchette. A Sospel, al posto dei partigiani, è stato mandato un messaggio, scritto in italiano e francese, da recapitare ai prefetti, colpevoli secondo loro di non rispettare i principi sanciti dalla costituzione per i quali i partigiani avevano dato la vita.

... » Leggi tutto

Più informazioni su