Liguria24 - Liguria Notizie in tempo reale, news in Liguria: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanità savonese, l’analisi del Comitato Amici del San Paolo sull’anno passato e quello che verrà

Savona. Il 2018 sta per chiudersi ed è quindi tempo di bilanci. A farne uno sulla sanità savonese ci pensa il Presidente del comitato amici del San Paolo Giampiero Storti secondo cui le novità più rilevanti sono tre: il cambio del direttore, la definitiva applicazione del decreto Balduzzi e le privatizzazioni.

Se sul nuovo direttore non c’è nessun commento in particolare, sugli altri due argomenti Storti fa alcune osservazioni: “Con i provvedimenti dell’Asl 2 approvati dalla Giunta regionale negli ultimi mesi è stata data definitiva applicazione al decreto Balduzzi mutando radicalmente l’assetto degli ospedali e chiudendo o declassando numerose unità operative o strutture semplici o dipartimenti. Un vero bombardamento. Osservando modestamente gli atti pubblicati nell’albo pretorio nel sito aziendale la nostra ‘elaborazione’ (clicca qui per leggerla) ci fotografa la nuova situazione che altrimenti, nell’organigramma da cui è tratto, non compare una visione sintetica. Possono esserci alcune inevitabili inesattezze non essendo noi l’Asl. Un unico ospedale, un unico direttore medico di presidio, due stabilimenti ospedalieri con identiche specialità, numerose specialità trasversali che servono i due presidi. Le specialità trasversali, invero numerose, sono quelle che il decreto Balduzzi avrebbe cancellato non rispettando gli standard ‘ospedale–bacino d’utenza’. I direttori e le equipes mobili fra gli stabilimenti ospedalieri sono stati istituzionalizzati al fine di non perdere sia un ospedale ,sia le specialità, depauperando le risorse dell’emergenza per la popolazione”.

... » Leggi tutto

Più informazioni su