Liguria24 - Liguria Notizie in tempo reale, news in Liguria: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanremo, dibattito animato ma costruttivo. Al Teatro Ariston il primo confronto dei candidati sindaco

Sanremo. Un confronto animato e un dibattito sano e costruttivo, quello tra cinque dei sei candidati a sindaco della città di Sanremo alle elezioni amministrative comunali di maggio organizzato al Teatro Ariston da Riviera24.it.
Presenti tutti i candidati ad eccezione del sindaco uscente, espressione del centrosinistra, Alberto Biancheri, che ha declinato l’invito senza addurre alcuna spiegazione. Peccato, soprattutto per i cittadini, che avrebbero sentito anche la sua voce su numerosi argomenti ‘caldi’ sui quali sono stati chiamati a confrontarsi i suoi avversari.
Ambiente e nettezza urbana; commercio e The Mall; opere pubbliche; sicurezza; politiche turistiche e sport. Queste alcune delle domande fatte ai candidati dal giornalista di Riviera24.it Diego David e dal collega di Telenord Roberto Basso.

«La città fa schifo», ha esordito senza peli sulla lingua il candidato Alberto Pezzini (Sanremo Futura), chiamato a rispondere sulla pulizia, o meno, di Sanremo. Stessa percezione, anche se espressa in toni meno forti, dei suoi avversari: Paola Arrigoni (M5S) ha ribadito quello che è il cavallo di battaglia dei pentastellati sanremesi, «Mai più discariche» e introdotto l’argomento della tariffazione puntuale in modo da incentivare i cittadini a differenziare. Per Sergio Tommasini, candidato del centrodestra unito e del gruppo 100 per cento Sanremo, è necessario «poter conferire i rifiuti nei bidoni h24». Stesso pensiero di Alessandro Condò (Sanremo Libera). Per Giorgio Tubere (Città bene comune) «la città è sporca ma non lercissima». Ci sono però aspetti da migliorare. Bocciata, dunque, la gestione Biancheri, che però non ha potuto ribattere, essendo assente.

... » Leggi tutto

Più informazioni su