Liguria24 - Liguria Notizie in tempo reale, news in Liguria: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Assunzione medici pensionati, Volpi (M5S): “Pseudo-soluzione tampone, servono riforme strutturali”

Liguria. “La carenza di medici specialisti è ormai una vera emergenza in tutta Italia e sta contribuendo a mettere a rischio il diritto dei cittadini ad essere presi in carico e curati adeguatamente e nei tempi giusti”. Lo afferma Leda Volpi, medico e deputata del Movimento Cinque Stelle, che prosegue: “Purtroppo si sapeva da almeno 20 anni che si sarebbe arrivati a questo punto senza una programmazione a lungo termine ma nonostante ciò l’indifferenza totale su questo tema e i continui tagli alle università e alla sanità da parte dei governi che si sono susseguiti ci ha portati a questa situazione. Situazione paradossale, tra l’altro, perché i medici ci sono, solo che non sono specializzati perché non hanno avuto accesso al percorso di formazione post-laurea: troppe poche borse per il corso di specializzazione e di medicina generale rispetto al numero dei laureati in medicina hanno portato al cosiddetto ‘imbuto formativo’.

“Per rimediare ai danni causati dalla mancanza di programmazione del passato il governo e il parlamento stanno adottando soluzioni su più fronti. Nell’immediato il ministro Grillo ha aumentato il numero delle borse di specializzazione di 1800 unità per il biennio 2018/2019 e sono state aumentate anche le borse per la medicina generale (840 in più), una strategia a lungo termine però che darà i suoi frutti tra quattro o cinque anni, a seconda della durata dei corsi di studio. Il ministero della salute si è attivato inoltre per conseguire un risultato storico, lo sblocco del turn-over, che permetterà alle regioni, anche quelle in piano di rientro, di dare il via a nuove assunzioni secondo il fabbisogno e stabilizzando i medici precari che negli anni hanno garantito le cure, superando così il tetto di spesa del 2009. Un altro passo importante del ministro Grillo per superare la carenza di personale è la possibilità offerta ai medici all’ultimo anno del corso di specializzazione di partecipare ai concorsi per medico ospedaliero: con una norma contenuta nel ‘Decreto Calabria’ sarà per loro possibile iniziare a lavorare negli istituti carenti di personale appartenenti alla rete formativa. E’ notizia di ieri infatti l’incontro tra i ministri Grillo e Bussetti e i rappresentanti del mondo universitario proprio su questo tema, che ha avuto risultati positivi”.

... » Leggi tutto

Più informazioni su