Liguria24 - Liguria Notizie in tempo reale, news in Liguria: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bonaccini vince in Emilia, adesso per le candidature alle Regionali Liguria il tempo è scaduto

Genova. Il voto in Emilia Romagna era diventato un po’ come le vacanze estive o il Natale. Una scadenza perentoria che permetteva a tutti di dire “Ne riparliamo dopo”. Il dopo è arrivato. Stefano Bonaccini, presidente uscente e candidato del Pd e di una serie di liste di centrosinistra (con l’endorsement delle Sardine), ha vinto con parecchi punti di scarto sul nome lanciato dal centrodestra e in particolare dalla Lega, Lucia Bergonzoni: 51% a 47%, con il Pd primo partito davanti a Salvini, e con il Movimento 5 Stelle ridotto al 4,5% (solo 3,5% se si parla del candidato, ma c’era la possibilità del voto disgiunto). In Calabria, stravince il centrodestra con Jole Santelli (55,3%), candidata di Forza Italia, contro Pippo Callipo (30,2%). Attenzione, anche nella regione del Sud il Pd si conferma primo partito. Il candidato del Movimento 5 Stelle supera di poco il 7%.

Questo il quadro. Questo lo scenario con il quale dovranno fare i conti i partiti a livello nazionale, con gli equilibri nel governo giallo-rosso inevitabilmente da rivedere, ma soprattutto – per quanto ci riguarda – a livello ligure. Dove il presidente uscente Giovanni Toti non ha ancora uno sfidante. O meglio, ne ha già un paio, ma puramente in linea teorica: Aristide Massardo, autocandidato per una serie di realtà vicine alla sinistra e alla società civile, e Alice Salvatore, vincitrice delle Regionarie M5S ma ancora ai blocchi.

... » Leggi tutto

Più informazioni su