Quantcast
Liguria24 - Liguria Notizie in tempo reale, news in Liguria: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Processo Tirreno Power, Uniti per la Salute: “Burlando ci disse che l’ampliamento non si sarebbe fatto”

Savona. “Incontrammo Claudio Burlando nel corso di una manifestazione a Cairo Montenotte. Esprimemmo i nostri dubbi sull’ampliamento della centrale a carbone e lui ci rispose di stare tranquilli, perché De Benedetti gli aveva detto che non si sarebbe fatto“. A rivelarlo oggi in tribunale a Savona è stata Emilia Piccardo, presidente dell’associazione Uniti per la Salute fin dalla sua fondazione nel 2007, nel corso dell’udienza legata al processo a carico di Tirreno Power per il quale sono imputati 26 persone, tra vertici e dirigenti dell’azienda, rinviati a giudizio per disastro ambientale e sanitario colposo.

Piccardo, durante la sua testimonianza, ha ripercorso alcune delle attività dell’associazione e, su richiesta dei legali delle parti civili, raccontato un episodio avvenuto il 21 novembre 2009 a Cairo Montenotte. Alcuni attivisti dell’associazione riferirono al consiglio direttivo di aver incontrato, nel corso di una manifestazione di protesta durante l’inaugurazione del parco eolico “Valbormida”, l’allora presidente della Regione Claudio Burlando: “Gli sottoposero le nostre perplessità – ha spiegato la testimone – e lui li rassicurò. Disse che l’ampliamento della centrale di Vado Ligure non si sarebbe fatto, e di averlo saputo parlando con Carlo De Benedetti”. La società elettrica del suo gruppo industriale, Sorgenia, all’epoca deteneva una quota di minoranza dello stabilimento vadese (oggi è al 50%, con il resto in mano alla francese Engie).

... » Leggi tutto

Più informazioni su