Cronaca

Bordighera, aggredita da un pastore tedesco mentre passeggia sul “beodo”

Bordighera, aggredita da un pastore tedesco mentre passeggia sul “beodo”

Bordighera. “Stavo passeggiando sul beodo con il mio cane, Tyson, quando li ho visti venirmi incontro. Ho provato a trovare una via di fuga ma non potevo fare nulla per mettermi in salvo”.
Inizia così il racconto di Roberta S., una giovane donna che nella tarda mattinata di ieri è stata aggredita da un pastore tedesco mentre, come tutti i giorni, passeggiava sull’antico sentiero rimesso a nuovo dall’amministrazione comunale.
All’inizio i cani erano due: un maschio, il pastore tedesco, e una femmina, un cane lupo. “Ma la femmina, grazie a Dio, si è subito allontanata”.

Roberta era insieme al suo staffordshire bull terrier Tyson: un cane dall’aspetto compatto e massiccio, con una mascella importate, ma buono come il pane e affettuoso con tutti. “Il mio era legato e il pastore tedesco no, aveva solo un collare di metallo”, racconta ancora terrorizzata la ragazza, “Gli si è avventato contro, stringendogli il collo”.
Attimi di paura. Panico. Il cuore che batte forte come il rullante di un tamburo. “Ho urlato”, ricorda Roberta, “Ma nessuno mi ha sentita. In quel momento ero sola”. Per salvare il suo Tyson, la ragazza non ci ha pensato un attimo e, con le mani, ha tentato di allentare la presa del pastore tedesco dal collo dello staffordshire bull terrier.

Il grosso cane, per tutta risposta, ha aggredito anche lei, morsicandola ad una mano.
“Ero terrorizzata, non sapevo cosa fare”, dice Roberta, “Nessuno passava in quel momento e non potevo nemmeno chiamare aiuto con il mio cellulare perché nella colluttazione è andato in frantumi”.

» leggi tutto su www.riviera24.it