Altre News

Bordighera, a Sergio “Ciacio” Biancheri il Parmurelu d’Oru 2016

Bordighera, a Sergio “Ciacio” Biancheri il Parmurelu d’Oru 2016

Bordighera. Va a Sergio “Ciacio” Biancheri il Parmurelu d’Oru 2016 dell’associazione Descu Rundu. Pittore, incisore, scultore e ceramista, Biancheri è nato a Bordighera nel 1934. Allievo di Giuseppe Balbo, ha avuto incontri significativi con Piana, Seborga, Vigorelli, Natta, Morlotti, Biamonti, Marzé, Sutherland, Bilinski e Maiolino.

Sergio Biancheri, conosciuto da tutti a Bordighera con il soprannome di Ciacio, è uno degli artisti più significativi e poliedrici non solo del Ponente, ma della scena contemporanea. E’ a lui che la giuria ha voluto assegnare il prestigioso riconoscimento che, dal 2009, va ad un personaggio vivente che, nato o residente o riconducibile per la sua attività a Bordighera, ne abbia onorato il nome nel campo delle scienze, delle lettere, delle arti, dell’industria, del lavoro, della scuola, dello sport, dello spettacolo, del volontariato, della politica attraverso il proprio lavoro, le proprie azioni, il proprio comportamento.

“Sono molto contento che quest’anno il premio sia andato a Ciacio”, ha dichiarato il Sindaco Giacomo Pallanca, “Figura storica di Bordighera, uomo che ha vissuto di arte e, soprattutto, uomo che ha vissuto di valori. Come bordigotto, la scelta di questo premio mi rallegra in modo particolare”.

» leggi tutto su www.riviera24.it