Cronaca

Genova città a misura di cinghiale, dito puntato: “Ecco il risultato dei tagli alla Polizia provinciale”

Genova città a misura di cinghiale, dito puntato: “Ecco il risultato dei tagli alla Polizia provinciale”

Genova. Corso Carbonara, con la famiglia di cinghiali che per più di un giorno è rimasta a scorrazzare all’interno dei giardini (qui vi proponiamo il video), è l’ultimo di una infinita serie di episodi. La città, specie nei sei quartieri collinari (ma a volte anche in quelli affacciati sul mare), è sempre più terreno di pascolo degli ungulati. Una situazione chiaramente insostenibile, che mette a repentaglio l’incolumità degli stessi animali, oltre che degli abitanti.

Si tratta di un’emergenza, a cui la Regione pensa di rispondere anche con metodi drastici, non negando la possibilità di battute di caccia nelle vicinanze dei centri abitati. Una soluzione, quella della cattura incruenta o dell’uccisione degli animali, che però potrebbe rivelarsi a tempo, non definitiva.

Ma di chi sono le responsabilità in una situazione che evidentemente è sfuggita di mano? L’AIPP, che rappresenta la Polizia provinciale, non ha dubbi. “Il servizio – spiega – sino ad una decina di anni fa arrivava a contare una cinquantina di effettivi, tra poco rimarranno solamente 21 unità complessivamente per tutta la nuova Città Metropolitana”.

» leggi tutto su www.genova24.it