Altre News

Sciopero a Vado, il circolo Pd chiama i cittadini: “Devono essere vicini ai lavoratori”

Sciopero a Vado, il circolo Pd chiama i cittadini: “Devono essere vicini ai lavoratori”

Vado L. “Dopo Tirreno Power, OCV, Isoltermica, TRI, l’ennesima doccia gelata per la nostra comunità: Bombardier non si è aggiudicata la gara per la costruzione dei nuovi treni indetta da Trenitalia, garanzia pluriennale di occupazione e lavoro per il sito Vadese”. Così il segretario del Pd di Vado Ligure Roberto Costagli interviene a nome del circolo cittadino in vista delle sciopero organizzato per domani a Vado Ligure dai lavoratori Bombardier e Tirreno Power.

“Crediamo che anche la proprietà e la dirigenza di Bombardier abbiano responsabilità nel preparare un’offerta, deludendo le aspettative dei lavoratori e di tutta la cittadinanza. Quella fabbrica, storica per Vado, tecnologicamente all’avanguardia, portatrice di lavoro stabile e socialmente sostenibile, oggi pare non sia preparata adeguamente per le sfide del mercato e su questo crediamo si debba fare chiarezza in fretta, trovandone le motivazioni e le soluzioni. Occasione persa quindi per sostenere un fragile sviluppo economico del territorio Vadese e Provinciale” prosegue Costagli.

“Il circolo del Pd di Vado Ligure, in questo momento delicatissimo, evidenzia con forza che troppe famiglie ormai non sanno come sarà il loro futuro” aggiunge il segretario del Pd vadese che lancia un appello ai cittadini: “Chiediamo a tutti i vadesi di essere uniti per esprimere vicinanza a tutti i lavoratori e alle loro famiglie. Senza lavoro, tutta la comunità rischia di impoverire economicamente e le conseguenze sulla socialità diventano sempre più serie , anche per le ricadute e i minor introiti nei bilanci comunali che giocoforza aggravano anche le condizioni dei cittadini e del territorio..E’ impensabile lasciare sola una comunità di cittadini e lavoratori al proprio destino precario ed in-certo..”

» leggi tutto su www.ivg.it