Politica

Ata, scintille tra Arecco e Vaggi: “Io ci sono, voi dove siete?” “Rispondo dopo le elezioni”

Ata, scintille tra Arecco e Vaggi: “Io ci sono, voi dove siete?” “Rispondo dopo le elezioni”

Savona. Continua il duello a distanza tra Masismo Arecco, candidato con Ilaria Caprioglio nella lista della Lega Nord, e la presidente di Ata Sara Vaggi. Da tempo Arecco ha posto Ata tra i punti chiave del proprio programma elettorale, ed ora, dopo la replica di 160 lavoratori, arriva anche quella della massima dirigente dell’azienda partecipata.

Tutto a seguito dell’ultimo attacco da parte di Arecco. “Dopo la pubblicazione dell’ennesima lettera, firmata solamente da una parte dei lavoratori di ATA, e, forse, pensata e scritta da qualche manina misteriosa che non voleva comparire in prima persona – insinua il leghista – nei giorni scorsi avevo personalmente invitato il Presidente Sig.ra dott.ssa Vaggi ad un confronto pubblico sul tema di ATA, alla presenza dei cittadini savonesi, delle rappresentanze sindacali, dei giornalisti, dei fornitori dell’azienda, dei lavoratori e delle lavoratrici di ATA. A questo punto, però, poiché la diretta interessata è silente, e l’appuntamento elettorale del 5 Giugno si sta rapidamente avvicinando, non mi resta che rivolgere un’analoga richiesta anche alla candidata Sindaco del centrosinistra, dott.ssa Battaglia. Del resto, la propria collocazione partitica all’interno del PD è la stessa del Sindaco Berruti e, soprattutto, fino ad oggi, le posizioni assunte in materia di partecipate, da parte dell’Aspirante primo cittadino, sono state molto defilate e generiche”.

“Per rendere più accattivante il mio invito, ho addirittura pensato di parafrasare lo slogan elettorale utilizzato dai DEM: ‘Io ci sono! Voi dove siete?’ – scherza Arecco – Da uomo di mondo, comprendo che, per una Signora appartenente allo schieramento di centrosinistra, accettare l’invito ad un dibattito pubblico rivoltoLe da un leghista, potrebbe risultare tutt’altro che opportuno, elegante ed alla moda, ma prometto che, in quell’occasione, parleremmo esclusivamente di ATA, dei suoi bilanci, delle percentuali di raccolta differenziata ad oggi raggiunti, della montagna di denari elargiti in questi ultimi anni alla Nostra azienda partecipata e della qualità del servizio attualmente erogato in città, di rapporti interni con i lavoratori, di progetti di espansione aziendali e di tanto altro ancora.
Spero che la dott.ssa Battaglia, a differenza della dott.ssa Vaggi, accolga la mia richiesta di confronto pubblico. In caso differente me ne farei comunque una ragione, ma continuerei a pensare che tanto, di ATA, continueremo a parlarne anche dopo le elezioni, chiunque vinca”.

» leggi tutto su www.ivg.it