Economia

Ortopedia, incontro ad Albenga: territorio compatto, ma la Regione diserta

Ortopedia, incontro ad Albenga: territorio compatto, ma la Regione diserta

Albenga. I parlamentari Franco Vazio e Anna Giacobbe. I consiglieri regionali Andrea Melis e Luigi De Vincenzi. I sindaci del territorio, sia di centrosinistra che di centrodestra: Borghetto, Ceriale, Albenga, Alassio, Andora, Loano, Pietra Ligure, Villanova d’Albenga, Cisano sul Neva, Garlenda e valli ingaune. E poi Elio Guglielmelli, presidente dell’Unione Industriali, ed, in rappresentanza dell’azienda, Silvano Montaldo (che al momento ricopre il ruolo di liquidatore) e Laura Gengo (presidente di Cooperarci, socia di minoranza di Gsl).

Insomma, c’erano praticamente tutti oggi pomeriggio all’Auditorio San Carlo per l’incontro convocato d’urgenza dal sindaco di Albenga Giorgio Cangiano all’indomani della risposta di Sonia Viale sul “caso Gsl”: tutti tranne la Regione che, nonostante fosse stata invitata, non ha inviato alcun esponente a spiegare a istituzioni e lavoratori a spiegare una lettera ritenuta, da tanti, eccessivamente “fumosa” e poco chiara.

Eppure in tanti speravano finalmente in una spiegazione che chiarisse in modo preciso le intenzioni della Regione sul futuro del reparto, alla luce di una situazione di incertezza che, soprattutto secondo i lavoratori, si trascina da troppo tempo. “Una situazione che purtroppo era annunciata – commenta Luigi De Vincenzi – perché il modo in cui è stata gestita dall’inizio, con l’annuncio da un giorno all’altro della chiusura di un reparto del genere, era chiaro che avrebbe portato a questo. Io già in quell’occasione avevo detto che secondo me c’era da ragionare indipendentemente dall’inchiesta giudiziaria. Non solo è un reparto di eccellenza, ma è una delle ragioni per cui l’ospedale di Albenga aveva una sua funzione”.

» leggi tutto su www.ivg.it