Cronaca

Accusato di aver attestato false generalità: rinviato a giudizio il notaio Manuti

Accusato di aver attestato false generalità: rinviato a giudizio il notaio Manuti

Savona. “Falsità materiale e ideologia commessa da pubblico ufficiale”. E’ l’accusa dalla quale si dovrà difendere il notaio varazzino Domenico Manuti che questa mattina è stato rinviato a giudizio dal gup Francesco Meloni (il processo inizierà ad ottobre).

La vicenda nella quale il professionista è rimasto coinvolto è quella relativa all’inchiesta Finpor che nel luglio del 2012 aveva portato in manette il commercialista Alessandro Porro. Secondo il pm Giovanni Battista Ferro che ha coordinato l’indagine, Manuti, in occasione della stipula di due atti, avrebbe attestato falsamente la presenza e l’identità del legale rappresentante di una società, la Settima 80, di Maria Grazia Piolatto.

In particolare, nelle due occasioni finite nel mirino della Procura (le trattivi di acquisto e cessione dell’hotel Marina di Celle Ligure e del condominio Rio Basco Beccallla di Stella San Giovanni, avvenute rispettivamente a marzo e giugno 2006), al posto del vero legale rappresentante della società sarebbe stata presente un’altra persona, Giovanna Zuffinetti, a sua volta indagata per concorso in falso.

» leggi tutto su www.ivg.it