Cronaca

Nonostante le rassicurazioni del sindaco, il presidio va avanti: non si fermano le mamme di Roverino

Nonostante le rassicurazioni del sindaco, il presidio va avanti: non si fermano le mamme di Roverino

Ventimiglia. Non si arrendono i residenti di Roverino: dopo 40 ore davanti al Palaroja e nonostante le rassicurazioni del sindaco Enrico Ioculano, il presidio continua. Alcuni genitori passeranno un’altra notte all’addiaccio pur di essere sicuri che la tensostruttura in cui giocano i figli non diventi un centro temporaneo di accoglienza migranti.

Dopo due giorni di tensioni, gli animi si erano placati all’arrivo del sindaco che aveva spiegato così la situazione: “Vi posso assicurare che c’è la revoca dell’ordinanza che sospende la gestione del Palaroja. Lunedì arriveranno gli operai del comune e tutto tornerà come prima”.

Ma la soddisfazione delle mamme ha poi dovuto fare i conti con quella che è la realtà, esplicitata dallo stesso Ioculano: “Il prefetto, se lo vuole, può scavalcarmi. Io non decido in merito all’immigrazione: è compito del prefetto”. Parole, queste, che hanno gettato nello sconforto i residenti che ora vivono con la paura che da un momento all’altro i migranti possano occupare il Palaroja su ordine della prefettura.

» leggi tutto su www.riviera24.it