Cronaca

Spezia città cardioprotetta si comincia dallo sport

Spezia città cardioprotetta si comincia dallo sport

LA SPEZIA – Il defibrillatore è un’apparecchiatura salvavita, capace di intervenire sulle pareti muscolari del cuore tramite scariche elettriche in caso di arresto cardiaco. L’ormai noto ‘Decreto Balduzzi’ introduce l’obbligo della presenza dei defibrillatori semiautomatici (DAE) negli impianti sportivi a partire dal 20 luglio 2016.

È evidente come gli oneri economici dell’introduzione del DAE (sia a livello di acquisto che per quanto concerne i corsi di formazione degli operatori) siano posti a carico delle società sportive ma questo non può esimere una amministrazione seria e responsabile dal guardare con attenzione ed interesse un sistema che rischia di mettere in (ulteriore) crisi un settore già in sofferenza.

Attualmente la maggior parte degli impianti sportivi comunali e provinciali sono dotati di DAE.  Con il transito di migliaia di cittadini impegnati quotidianamente nella pratica sportiva sia a livello amatoriale che agonistico, le palestre sono luogo privilegiato per l’installazione dei defibrillatori. In caso di emergenza, saranno a disposizione non solo degli atleti, ma anche di coloro che si trovano nei pressi dell’immobile, in particolare studenti e personale scolastico, potenziando in maniera significativa le opportunità di primo soccorso.

» leggi tutto su laspezia.cronaca4.it