Donnedamare sulle barricate per le concessioni: “La breve proroga uccide il settore”

Donnedamare sulle barricate per le concessioni: “La breve proroga uccide il settore”

Varazze. Donnedamare sulle barricate per le concessioni: “La breve proroga uccide il settore”. Non piace l’annuncio del governo sulla proroga di 10-15 anni per gli stabilimenti balneari per poi procedere con le aste con i paletti.

“Sebbene abbiamo giudicato importante e doveroso l’incontro romano di ieri – puntualizza Bettina Bolla, presidente di Donnedamare – perché la questione balneare va affrontata con costanza, come del resto sta già facendo la regione Liguria dal giugno scorso, con l’assessore Scajola in primissima linea, allo stesso tempo le linee guida cui sta lavorando il Governo sono deboli perché parlano di 10-15 anni al contrario dei 30 anni richiesti dalle associazioni di categoria prima delle aste e sembrano orientate ad annientare un settore che dà lavoro, crea occupazione e ricchezza, piuttosto che a salvarlo, come hanno fatto già altri paesi quali la spagna, prorogando di 75 anni le concessioni balneari”.

» leggi tutto su www.riviera24.it