Altre News

I Verdi savonesi in difesa del Corpo Forestale dello Stato

I Verdi savonesi in difesa del Corpo Forestale dello Stato

Savona. Giovedì scorso, davanti a Capo Noli, abbiamo seguito sul mare le evoluzioni dell’unico Canadair antincendi, a disposizione immediata, della Liguria. Fortunatamente era solo un’esercitazione, ma nessuno dimentica i primi gravi incendi che nei primi mesi del 2016 hanno devastato la provincia a Quiliano, Cairo, Spotorno, Capo Mimosa e nel Varazzino.

“L’intera nostra regione, da gennaio ad oggi – spiega Gabriello Castellazzi, portavoce dei Verdi savonesi -, ha già registrato ben 67 incendi boschivi. L’assessorato regionale all’ambiente, con l’approssimarsi del periodo ferragostano più critico, ha lanciato una campagna di comunicazioni con cartelloni dedicati, da distribuire in tutti i Comuni, per prevenire nuovi terribili disastri”.

“Oggi – prosegue – la Liguria può contare sulla benemerita presenza di 1800 volontari AIB, organizzati capillarmente sul territorio in 76 squadre che agiscono d’intesa con la Sala Operativa Permanente (ore 24) del Corpo Forestale dello Stato: una collaborazione fondamentale, collaudata nel passato e che non deve essere assolutamente interrotta, anzi potenziata con nuovo personale e mezzi. Ma la situazione sembra evolversi al peggio e peccato che la Giunta regionale (nonostante la posizione assunta recentemente dalle forze politiche che la compongono), nel lanciare la campagna antincendio, non dica nulla relativamente alla volontà del Governo Renzi di cancellare proprio il Corpo Forestale dello Stato”.

» leggi tutto su www.ivg.it