Cronaca

Pellegrinaggio mariano a Porto Venere

Pellegrinaggio mariano a Porto Venere

PORTO VENERE – Il pellegrinaggio mariano del primo sabato del mese ha fatto oggi tappa a Portovenere. La processione, partita dalla Chiglia, ha seguito il lungomare e quindi il caruggio, fino alla chiesa di San Pietro, per poi salire verso la chiesa parrocchiale di San Lorenzo, dove è venerata l’immagine della Madonna Bianca.

“La messe è molta, gli operai sono pochi. Pregate il padrone della messe perchè mandi operai alla sua messe”, diceva il Vangelo del giorno. Commentandolo, il vescovo Luigi Ernesto Palletti ha sottolineato «quanto sia doveroso un annuncio forte del Vangelo. Sull’esempio di San Francesco Saverio (missionario gesuita di cui oggi si festeggia la ricorrenza, ndr), bisogna far sì che ogni comunità bruci di ardore missionario. Bisogna che la Parola di Dio raggiunga la messe, che è abbondante, e va irrigata dalla Parola del Vangelo».

«La missionarietà compete a ogni battezzato, dentro la comunione della Chiesa, nell’unica fede, nell’unico battesimo, nell’unico salvatore dell’uomo. Uno non evangelizza come vuole e portando quello che vuole, una fede fatta da sé. Bisogna essere una cosa sola, chiede il Signore. Il corpo è una cosa sola, e si esprime nella sua pienezza se le sue membra sono coordinate. Serve certamente l’impegno personale. Nessuno può dire “fai tu quello che devo fare io”, ma neppure “faccio io da solo”. In un corpo, tutte le membra hanno bisogno le une della altre».

» leggi tutto su laspezia.cronaca4.it