Altre News

Ultima settimana in bus per i pendolari, poi si viaggerà sulla nuova linea Andora-San Lorenzo

Ultima settimana in bus per i pendolari, poi si viaggerà sulla nuova linea Andora-San Lorenzo

Imperia. Ultima settimana di disagi per pendolari e studenti che per 41 giorni sono stati costretti a viaggiare sui bus sostitutivi perchè la linea tra Albenga e Ventimiglia era interrotta per una serie di intervento propedeutici all’inaugurazione della nuova linea.

Dall’11 dicembre, poco dopo le 12, si viaggerà sul doppio binario tra Andora e San Lorenzo ed entrerà in vigore anche il nuovo orario ferroviario. I primi convogli dovrebbero passare intorno alle 15. Nel frattempo dal Comitato dei pendolari spunta un dossier che contiene tutti i problemi rilevati durante lo stop per i lavori lungo la rete ferroviaria del ponente. “I disagi più evidenti – spiegano dal Comitato – sono soprattutto concentrati nelle ore del mattino per chi arriva da ponente e raggiunge Imperia. Per questo motivo abbiamo inviato una richiesta non solo alla Regione, ma anche a Trenitalia perché nel corso di questa settimana si possano risolvere le criticità che abbiamo riscontrato.

E non mancano le lamentele perché andare a scuola, tra l’altro, sta diventando una guerra a chi sale prima sul bus. I pendolari chiedono allora soluzioni ai problemi che sono stati riscontrati nei giorni scorsi. “Va sicuramente risolto il problema dei bus sostitutivi da Taggia a Imperia nella fascia della prima mattina perché non conviene far viaggiare l’autobus sull’Aurelia. I bus si vanno a incolonnare all’ingresso di Porto Maurizio e quindi sono costretti a rimanere in coda. L’unica alternativa è sicuramente l’autostrada tra Taggia – uscita Imperia Est. Quindi farli fermare a Oneglia per poi tornare indietro verso Porto Maurizio dove ci sono gli altri istituti scolastici superiori visto che su viale Matteotti c’è anche la corsia dedicata ai bus. Siamo sicuri – dicono ancora dal Comitato – che il tempo complessivo di percorrenza sarà nettamente inferiore e gli orari sarebbero rispettati”.

» leggi tutto su www.riviera24.it