Cronaca

Albenga: il campeggio era parzialmente abusivo, il Comune ne ordina la demolizione

Albenga: il campeggio era parzialmente abusivo, il Comune ne ordina la demolizione

Albenga. L’attività ricettiva dell’agricampeggio era svolta in modo parzialmente abusivo e comunque non conforme all’autorizzazione rilasciata nel 2005. Ora dal Comune è arrivata un’ordinanza di demolizione delle strutture del campeggio Cà de Miché di viale VIII Marzo, nella zona a mare di levante.

Un provvedimento che trae origine da un sopralluogo effettuato l’estate scorsa quando gli agenti della polizia municipale avevano trovato una situazione diversa dall’autorizzazione rilasciata nel 2005. l’allestimento di 6 piazzole destinate ai campeggiatori, per un numero massimo di 24 ospiti al giorno. Intorno restavano circa 3 mila metri quadrati di terreno sistemato a serre e tunnel per le produzioni ortofrutticole. Serre e tunnel agricoli erano scomparsi e al loro posto erano state ricavate 35 nuove piazzole per campeggiatori, portando la capacità complessiva (comprese le 6 autorizzate) a 41 piazzole. Inoltre un’area di quasi 300 metri quadrati era stata adibita a zona pic nic e barbecue, attrezzandola con una tettoia e dei tavoli. Quel giorno nell’agricampeggio sostavano 27 caravan, 1 roulotte e 1 tenda per un totale di 50 persone ospitate all’interno.

Il titolare ora ha 90 giorni di tempo per procedere alla demolizione delle strutture, alla loro rimozione e per riportare l’area alla sua originaria destinazione agricola. Altrimenti provvederà d’ufficio l’Amministrazione comunale.

» leggi tutto su www.ivg.it