Finale, allocco caduto nel camino di una casa: liberato dall’Enpa

Finale, allocco caduto nel camino di una casa: liberato dall’Enpa

Finale Ligure. Un allocco adulto è finito, non si sa perché, nel camino di una casa di campagna alle Manie, sulle alture di Finale Ligure. “C’è voluto parecchio tempo per poterlo estrarre, da parte dei volontari della Protezione Animali arrivati da Savona, chiamati ed aiutati dai proprietari dell’edificio. Malgrado la brutta avventura il volatile non ha subito ferite o lesioni e, dopo un accurato controllo, è stato liberato in una zona boscosa del circondario” spiegano i volontari dell’associazione animalista.

“L’allocco, molto comune in Italia (esclusa la Sardegna), stanziale e strettamente notturno, vive in zone boschive, non costruisce nidi ma utilizza cavità di ogni genere negli alberi e nelle rovine e si ciba di ratti, arvicole, toporagni, talpe, piccoli uccelli, insetti e lombrichi” spiegano dall’associazione animalista.

“Sono già oltre trecento gli animali selvatici feriti, malati o in difficoltà, soccorsi da inizio anno dall’Enpa in tutta la provincia; un enorme impegno, sia di tempo che di soldi, esclusivamente sostenuto dall’associazione e dai propri sempre pochi volontari, che lamentano la scarsissima collaborazione degli altri animalisti; in questi giorni sono iniziati i recuperi di decine di piccoli caduti da nidi, non raggiungibili per rimetterceli (merli, gazze, cardellini, tortore, colombi, rapaci) o di rondoni adulti, che necessitano di essere imboccati ogni ora dall’alba al tramonto” concludono dalla Protezione Animali Savonese.

» leggi tutto su www.ivg.it