Politica

Vallecrosia Viva, consigliere Perri: “Questa amministrazione è già giunta al capolinea”

Vallecrosia Viva, consigliere Perri: “Questa amministrazione è già giunta al capolinea”

Vallecrosia. “Questa amministrazione, spesso immobile, divisa e ora spaccata, è ormai giunta al capolinea e i cittadini di Vallecrosia sono i soli a pagarne le conseguenze. Credo che lo scenario amministrativo ormai sia ben chiaro”, dichiara Fabio Perri, “Uno scenario che noi avevamo già descritto ed evidenziato tre anni fa, quando già si vedeva un’amministrazione che aveva un gruppo che non lavorava unito, che non si parlava che non si confronta e che quindi non poteva e non può più dare ne un’immagine coesa, ne risultati concreti a favore dei cittadini”.

“Ci siamo sempre sentiti dire dal sindaco Giordano – continua Perri – che tutto andava bene all’interno della maggioranza nonostante le prime e poi continue controversie con gli esponenti del PD Barra e Gibelli. E anche loro stessi hanno sempre dichiarato che avrebbero continuato a stare con il sindaco… Non era vero e oggi ne è arrivata la conferma con le dichiarazioni degli stessi due esponenti Pd. A questo punto ci chiediamo: l’assessore Barra ed il consigliere Gibelli usciranno dalla maggioranza per convergere nel gruppo misto oppure resteranno attaccati alla loro poltrona? Se facciamo un’analisi di quanto è stato fatto dall’assessore e dal consigliere PD possiamo soltanto dire che hanno passato 5 anni soltanto a ricoprire e ad occupare una sedia senza nessuna proposta concreta”.

“Un’ulteriore considerazione -continua Fabio Perri – la voglio fare in merito alle dichiarazioni del nuovo coordinatore del Circolo PD di Vallecrosia con le quali sancisce la rottura con l’amministrazione Giordano. E voglio dire che un buon amministratore, un buon sindaco un buon assessore di un comune è meglio che parli, si confronti e cerchi di ottenere i contributi necessari da tutti gli enti preposti sovracomunali per il bene della città e per il bene dei cittadini indipendentemente dal colore che in quel momento l’istutuzione ricopre. Perché solo con finanziamenti regionali, statali ed europei I nostri comuni possono continuare a fare qualcosa per cambiare la città unitamente al fatto di saper ben gestire le poche risorse proprie dando le giuste priorità .

» leggi tutto su www.riviera24.it