Elio Lo Bascio in mostra a Sanremo con “Streetecture”

Elio Lo Bascio in mostra a Sanremo con “Streetecture”

Sanremo. Elio Lo Bascio (1974) è per la prima volta a Sanremo, ospitato dallo studio di architettura e design – oramai anche galleria – Archimania, con la mostra “Streetecture”. Un titolo come meta lettura dei soggetti, del metodo, dell’approccio al materiale. “Streetecture”: un significato nuovo edificatosi a sua volta attraverso la lettura dei dettagli che Elio Lo Bascio mette in rilievo attraverso i suoi scatti.

Questo percorso espositivo è il frutto del dialogo tra l’artista e una realtà lavorativa che gli appartiene. Certamente non si riduce ad uno sguardo scientifico il lavoro di Elio Lo Bascio, al contrario si lascia trascinare da una dinamica oggettivamente costruita tra un’infatuazione per il continuo progredire della tecnica e uno sguardo al passato. Lucidamente corretto, il lavoro di Elio Lo Bascio non stravolge i contesti: seppur minimizzando l’ambiente, lo trattine in particolari ispirati dalla strada, dall’estetica urbana in generale.

Il suo lavoro è stato sintetizzato attraverso la lettura della storica e critica d’arte Federica Flore, la quale ne ha esaltato la semantica attraverso sei mini percorsi – “Red Details”; “Urban Abstractions”; “Everywhere is Nature”; ”Different View”; ”Memories”; “New old street” – intesi come linee guida per un’esposizione più ordinata e coerente delle immagini stesse. Una ricerca, quella di Elio Lo Bascio, tutta in divenire, dove l’essenzialità mostra il suo lato più crudo. A corredo della mostra, si può trovare il catalogo con il testo critico d’accompagnamento “Streetecture. Storie di dettagli raccolti per strada”.

» leggi tutto su www.riviera24.it