Cronaca

Da via Digione, 50 anni dopo, i geologi rilanciano l’allarme per una Genova a rischio crollo

Da via Digione, 50 anni dopo, i geologi rilanciano l’allarme per una Genova a rischio crollo

Genova. Esattamente 50 anni fa, il 21 marzo 1968, la città di Genova fu colpita da uno tra gli eventi geo-idrologici più disastrosi della sua storia. Quel giorno, dopo oltre 18 ore consecutive di pioggia, dalla parete rocciosa della Collina degli Angeli si staccò una frana che precipitò sul piazzale dell’edificio al numero civico 8 di via Digione.

La zona della collina era stata trasformata da una serie di pesanti interventi e per via della necessità di costruire il tessuto urbano si fece sempre più vicino ad alcune basi dei fronti di cava.

In via Digione una lastra di roccia delle dimensioni di 50x60x5 metri, circa 15.000 metri cubi di volume, si staccò dalla parete e colpì la base del palazzo, provocando il crollo di un’intera ala. 34 appartamenti. Nella sciagura persero la vita 19 persone e numerose altre rimasero ferite.

» leggi tutto su www.genova24.it