Altre News

Arpal, proseguono i controlli sulla balneazione delle acque: tecnici al lavoro

Arpal, proseguono i controlli sulla balneazione delle acque: tecnici al lavoro

Savona. È stata una settimana intensa per i controlli delle acque di balneazione in Liguria e nel savonese, con i tecnici Arpal che hanno visitato le varie località costiere.

Per quanto riguarda il monitoraggio delle acque di balneazione, per il 2018, la costa ligure è stata suddivisa con decreto regionale in 373 tratti controllati almeno una volta al mese da aprile a settembre, secondo un calendario inviato al ministero competente già in primavera. Il calendario deve essere rispettato rigorosamente, a prescindere dalla condizioni meteo come la pioggia, perché per conoscere e classificare una zona di balneazione è necessario conoscerne il “comportamento” in diverse situazioni (es torrenti in secca o in regime di portata media o alta).

“I parametri rilevati e analizzati per la conformità alla normativa sono l’Escherichia coli e gli enterococchi intestinali. Il conteggio di questi parametri microbiologici, di per sé non patogeni ma indicatori di contaminazione fecale, richiede rispettivamente 24 e 48 ore di tempo tecnico analitico: si tratta di metodiche ufficiali previste dalla normativa vigente” ricorda Arpal.

» leggi tutto su www.ivg.it