Politica

“Evitare che i vecchi lavorino e i giovani stiano seduti a guardare”: lo sfogo dei portuali savonesi

“Evitare che i vecchi lavorino e i giovani stiano seduti a guardare”: lo sfogo dei portuali savonesi

Porto di Savona, sopralluogo del consigliere regionale M5S Melis

Savona. “Lo stato di agitazione dei lavoratori della Compagnia Unica non ci vedrà come elemento esterno, noi portuali somministrati siamo la prossima generazione della ‘Pippo Rebagliati’”. Lo affermano, in una nota, i portuali somministrati Culp.

“La situazione dello Scalo di Savona-Vado – spiegano – è figlia delle azioni perpetrate dalle aziende terminalistiche riguardanti la terziarizzazione del lavoro portuale e la flessibilità oltre i limiti del CCNL dei porti. In aggiunta, molte operazioni di rizzaggio e derizzaggio di container, rimorchi e auto vengono fatte svolgere dal personale marittimo, nonostante le leggi a tutela del lavoro lo vietino. Tutto ciò ricade in termini di mancato lavoro per i soci e, a cascata, per noi lavoratori somministrati che da molti anni aspettiamo i ‘ruoti’ seduti sulle panche della sala chiamata”.

» leggi tutto su www.ivg.it