Quantcast
Liguria24 - Liguria Notizie in tempo reale, news in Liguria: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Esserci per Ameglia: “Col nuovo regolamento ormeggi poca trasparenza e gestione in totale caos”

Porticciolo di Bocca di Magra

“È appena trascorso un mese dall’approvazione del nuovo regolamento degli ormeggi e le modifiche stanno portando a forti criticità, frutto di un’approvazione effettuata con troppa fretta e superficialità. Già durante le riunioni delle commissioni consiliari il gruppo di minoranza Esserci per Ameglia aveva esposto ed evidenziato molti dubbi ribadendoli anche in consiglio ma, nonostante ciò, l’attuale giunta non ha preso in considerazione nessuna delle rimostranze esposte ed è andata avanti per la propria strada. Giovedì 16 Giugno è stata pubblicata la determina, n. 397, che faceva riferimento all’elenco degli utenti aventi diritto all’ormeggio stanziale secondo vigente regolamento per la gestione degli ormeggi. La suddetta determina al punto 1) determina appunto di “approvare l’elenco degli utenti aventi diritto all’ormeggio/posto barca stanziale che risultano riportati nell’allegato A e B quale parte integrante e sostanziale ai sensi dell art. 5 del regolamento per la gestione degli ormeggi” sulla base delle verifiche effettuate dall’area LLPP . Peccato che, ad oggi, gli ALLEGATI A, e B non risultano da nessuna parte.  Come mai, chiediamo agli Amministratori, non sono visionabili questi elenchi parte integrante e sostanziale di una determina affissa all’albo pretorio comunale? Venuti poi a conoscenza della lettera indirizzata al gestore del Porto di Bocca di Magra, dove il Comune inviava il primo elenco contenente 34 assegnatari, ci chiediamo: perché tanta fretta di comunicare un primo elenco quando sarebbe stato più corretto e trasparente, nei confronti del gestore e soprattutto degli aventi diritto, comunicare la lista COMPLETA dei nominativi? Ci sono assegnatari di serie A e di serie B e C? Forse è per questo che nella lettera inviata agli utenti nella quale si chiedeva di fornire la documentazione necessaria per dimostrare i requisiti per accedere all’assegnazione non vi è riportata alcuna scadenza quindi non è fissata una scadenza entro la quale si sarebbe dovuto presentare il tutto. Se i primi assegnatari sono stati nominati secondo il criterio di “chi prima arriva meglio alloggia” forse, almeno per chiarezza, andava comunicato a tutti i concessionari di posto barca che bisognava sbrigarsi perché quello era il criterio. E per quanto concerne invece la concessione in capo al Comune di Ameglia e concessa in convenzione in data 19/9/1998 al Circolo Barcaioli Sportivi di Fiumaretta quale criterio verrà seguito per determinare gli utenti aventi diritto all’ormeggio e per la nuova graduatoria per l’assegnazione degli ormeggi stanziali? Trattandosi di una concessione in Capo al Comune e data in convenzione al suddetto Circolo vorremmo sapere quanti sono in totale i punti ormeggio e come sono suddivisi in riservati agli stanziali, turistici e al libero transito come definito da art. 3 del nuovo regolamento approvato dal Consiglio Comunale n.4 in data 23/5/2022. Se da una parte quindi le assegnazioni arrivano con il contagocce dall’altra parte (residenti in attesa e gestore porticciolo) nulla è pervenuto e nel frattempo il responsabile del contratto nonché responsabile della gestione del porto non lavora più a pieno ritmo; in Comune la palla è passata al nuovo responsabile che crediamo con tutto il suo impegno di certo non possa risolvere in tempi brevi la situazione, mentre la stagione è iniziata ed il tempo è terminato. Purtroppo la nostra proposta di portare al 2023 l’efficacia del nuovo regolamento non è stata accettata, ma soprattutto la modifica sostanziale del regolamento, che riporta in capo al Comune l’assegnazione, non porterà i frutti sperati ed anzi inchioderà gli uffici già sovraccarichi rispetto al personale presente. Il regolamento precedente, seppur con qualche oggettiva criticità, distingueva bene le varie competenze ed andava proprio ad evitare di inchiodare gli uffici che, a differenza di ora, avevano solo il controllo del rispetto del regolamento e la funzione di coordinamento con il gestore. Nonostante le nostre numerose richieste scritte ad oggi non ci è dato sapere nulla su quanti posti residenti, oltre i 100 del porticciolo, siano disponibili nelle altre concessioni di cui il Comune è titolare e quelle date in concessione mediante convenzioni; nel frattempo chi ci rimette sono i residenti che, ignari di tutto, a gennaio hanno pagato ed oggi si trovano a non poter usufruire del loro posto barca”.

... » Leggi tutto

Più informazioni su