“La Spezia di domani è quello finale al 50%, dal mercato mi aspetto di alzare la competizione”

“La Spezia di domani è quello finale al 50%, dal mercato mi aspetto di alzare la competizione”

Luca Gotti in conferenza

“La Coppa Italia è un test importante per verificare tante cose e ho intenzione di schierare lo Spezia migliore possibile. La squadra che scende in campo domani è fatta però non più che al 50%”. Così Luca Gotti parla delle sue scelte per Spezia-Como, match che presenta la prima sfida con qualcosa in palio della stagione 2022/23. Non pochi i potenziali titolari ancora indisponibili.

“Ci siamo parlati un mese fa durante la presentazione e nel frattempo sono successe un po’ di cose – ricostruisce ad alta voce l’allenatore -. I problemi di Amian e Ferrer hanno bisogno di un periodo di recupero che è ancora incerto e sono due ragazzi su cui contavamo. Ekdal ha avuto un’infiammazione alla pianta del piede che ne ha condizionato l’utilizzo per tutto l’ultimo anno con la Sampdoria. La decisione presa è stata non di ribadire questa intermittenza di utilizzo, ma prendersi il tempo adeguato per farlo guarire completamente in modo da averlo al pieno della sua efficienza fisica. Questo ne sposta più in là la disponibilità”. Alcuni sono indietro nella preparazione. “Penso a Kovalenko, che per vicende di mercato è arrivato solo fino a qualche giorno fa. Purtroppo non gli è stato possibile fare un ritiro e allora preferisco non convocarlo neanche per la partita di domani”.

» leggi tutto su www.cittadellaspezia.com