Economia

Il B2B sulla blue economy convince tutti. L’evento di Confindustria e Cna guarda già a una seconda edizione

Il B2B sulla blue economy convince tutti. L’evento di Confindustria e Cna guarda già a una seconda edizione

"B2B Mare - La Spezia al centro della blue economy"

Un successo a tutto tondo, sia dal punto di vista della quantità che della qualità. La riuscita di B2B Mare – La Spezia al centro della blue economy, l’evento che si è svolto oggi al Cruise terminal di Largo Fiorillo, è pressoché totale, tanto da far già pensare agli organizzatori di farlo diventare un appuntamento fisso, un evento strutturale per l’economia provinciale.
Agli incontri tra i marchi più prestigiosi della nautica, della navalmeccanica e della logistica spezzine da una parte e le imprese delle rispettive filiere dall’altra hanno partecipato più di 100 aziende, provenienti da 20 province differenti, per un totale di oltre 200 appuntamenti di lavoro calendarizzati con precisione chirurgica e dall’efficacia notevole, stando alle testimonianze raccolte a margine dell’area riservata ai tavoli e agli incontri business-to-business. Quella organizzata da Confindustria e Cna, con il contributo della Camera di commercio Riviere di Liguria e il patrocinio di Miglio blu, Comune della Spezia, Regione Liguria e Autorità di sistema portuale si avvia quindi a essere solamente la prima edizione di un evento che ha dimostrato di poter funzionare molto bene nella creazione delle opportunità di scambio e conoscenza propedeutiche alla stipula di contratti e collaborazioni.
Per i distretti spezzini, che nel loro insieme contribuiscono a rendere l’economia spezzina quella maggiormente legata al mare a livello italiano, erano presenti nomi come Fincantieri, Intermarine, Sanlorenzo, Baglietto, Lsct e Laghezza, mentre all’ingresso erano presenti i desk dei partner dell’iniziativa: Promostudi, Scuola nazionale trasporti e logistica, Its, Cisita, Rina, Zurich, Cetus e Gesta.

Generico novembre 2022

» leggi tutto su www.cittadellaspezia.com