Leivi: “Natale delle Meraviglie”, il mercantino che vi stupirà

Leivi: “Natale delle Meraviglie”, il mercantino che vi stupirà

"Natale delle Meraviglie", Leivi

Dopo due anni, il 2020 e il 2021, di blocco cuasato dalla pandemia, a Leivi ritorna il mercatino di Natale, spostandosi questa volta da San Rufino alll’are più ampia del campo sportivo di San Bartolomeo, zona utilizzata dall’amministrazione comunale, in collaborazione con le associazioni attive sul territorio del comune per tutte le manifestazioni all’aperto che si svolgono a Leivi. “Natale delle Meraviglie”, così si chiama l’evento – e già dal nome attrae – è organizzato dalla Scuderia Auto &Moto Retrò, in collaborazione con La Torre Centro di Cultura, Pro Loco Leivi, Asd Polisportiva Leivese e con il patrocinio dell’amministrazione comunale di Leivi. Presenti, Luigi Solari e Barbara Queirolo, rispettivamente presidente e consigliere della Scuderia Auto Moto Retro, Mirna Brignole, presidente del Centro di Cultura La Torre, Daniele Celle, presidente della Pro Loco di Leivi e vicepresidente del Centro di Cultura La Torre, Alberto Sanguineti, presidente della Asd Polisportiva Leivese, ed il Sindaco di Leivi, Vittorio Centanaro.

“Qest’anno, avendo lo spazio-cucina, possiamo garantire il pranzo della domenica, quasi venticinque espositori: artigiani – dall’agricoltura all’agroalimentare- creativi, provenienti non solo da Leivi ma un po’ da tutto il comprensorio, ovvero Chiavari, Rapallo, Val Fontanbuona, Zoagli e forse qualcuno anche da Genova”, illustra Barbara Queirolo, consigliera della Scuderia Auto Moto Retrò. Tra le attivitàin programma segnaliamo l’iniziativa che vede coinvolta la nuova squadra leivese, i cui giocatori al mattino faranno giocare i bambini delle scuole, mentre al pomeriggio ci sarà il “Battesimo della Sella”; uno dei maneggi di Leivi porterà uno dei suoi pony che verrà cavalcato per la prima volta: “Se qualche giovanissimo volontario fosse disponibile a farlo sarebbe molto bello”, aggiunge Queirolo. Alle 16.30 tutti pronti per la Merenda della Nonna per i più piccoli (anche se non dubitiamo che apprezzeranno anche i più grandi!) con sorpresa. Cioccolata caldae vin brulé scalderanno le ore del sabato pomeriggio; il pranzo della domenica sarà allietato dalla polenta (a scelta tra funghi, carne e gorgonzola). E’ gradita la prenotazione, considerate la necessità di permettere a tutti i visitatori di stare al coperto, presso la tensostruttura.

» leggi tutto su www.levantenews.it