Politica

Massima solidarietà al circolo Arci Canaletto anche da Amnesty International e Più Europa

Massima solidarietà al circolo Arci Canaletto anche da Amnesty International e Più Europa

Arci Canaletto

In relazione a quanto accaduto sabato notte, il gruppo Amnesty International della Spezia manifesta la propria vicinanza al Circolo ARCI Canaletto. “Esprimiamo la nostra solidarietà a ogni volontario e a qualsiasi persona che fa di quel luogo un punto di aggregazione, di rispetto e supporto a chi lotta contro ogni genere di discriminazione e fa sentire liberamente la propria voce. Un simile atto di intimidazione non può essere tollerato nella società civile, dove il rispetto dell’altro e della libertà di pensiero sono principi di base da difendere sempre. Ci stringiamo compatti attorno al Circolo e a ogni realtà del territorio che rende quel luogo una casa sicura in cui vivere la propria identità. Aderiremo all’assemblea che si terrà domenica 27 novembre alle ore 18.00 nei locali del circolo”

Anche Più Europa condanna con fermezza l’aggressione e l’intimidazione che un manipolo di fascisti ha compiuto sabato nei confronti del Circolo Arci del Canaletto, che non ha avuto conseguenza per esclusivo merito del comportamento coraggioso e responsabile dei presenti. “Un obiettivo scelto non a caso, poiché il Circolo del Canaletto è da sempre un presidio antifascista, nel quale albergano i valori della Repubblica nata dalla Resistenza.
Un comportamento vile nei confronti dei soci, giacché, con le loro iniziative, proteggono la democrazia, favoriscono la fratellanza e promuovono la cultura. Più Europa, nell’esprimere solidarietà e vicinanza al Circolo Arci del Canaletto ed a tutta l’Arci, invita le Istituzioni e gli Organi preposti all’ordine pubblico affinché adottino ogni iniziativa utile, sia per far sì che siffatti, inaccettabili episodi -in antitesi con la nostra Costituzione- non si ripetano, sia perché non restino impuniti coloro che li hanno compiuti”.

» leggi tutto su www.cittadellaspezia.com