Politica

“Ben lontani da eradicamento violenza contro le donne”

“Ben lontani da eradicamento violenza contro le donne”

L'immagine diffusa dal Pci per il 25 novembre 2022

“L’occasione della giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, offre (oggi più che mai) un motivo per affrontare alcune importanti considerazioni. Dall’anno della sua istituzione, il 1981, questa giornata ha assunto i connotati di una importante ricorrenza, che ha mobilitato spesso la società civile ed ha fornito spunti alla politica a livello mondiale, per contrastare la violenza di genere. Siamo però ben lontani dall’eradicamento di un fenomeno che sfortunatamente rimane perlopiù stabile, anziché diminuire a seguito di una corretta e costante informazione e formazione. In questi ultimi 20 anni, solo in Italia, poco più del 30% degli omicidi volontari, hanno avuto come vittime le donne. In periodo di emergenza Covid-19, le chiamate ai numeri antiviolenza, sono aumentate del 117% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente e questo dato agghiacciante dà la misura di quanto ci sia ancora da fare in termini di liberazione della donna e di autodeterminazione oltreché di un sano spirito di solidarietà tra i generi”. Così in una nota Partito comunista italiano – Federazione della Liguria e Assemblea delle donne comuniste Liguria.

“Questi pochi dati – proseguono – sono volti a dare un’idea di quanto ci si debba rimboccare le maniche per affrontare di petto una tragedia quotidiana che troppo spesso viene passata sotto silenzio attribuendole una valenza dovuta al caso singolo e non una manifestazione di varie problematiche irrisolte a livello globale. Noi, donne del PCI, crediamo fermamente siano necessarie azioni per il miglioramento socio- culturale di tutti gli individui affinché si superino gli stereotipi che da sempre accompagnano i ruoli. E’ necessaria una presa di coscienza collettiva che, come partito, cerchiamo di promuovere anche attraverso la partecipazione alla vita politica ed agli eventi ad essa correlati perché la violenza di genere non è purtroppo circoscritta ad un luogo o ad una classe specifica ma si manifesta anche in contesti apparentemente inaspettati, in modo direttamente proporzionale alla crisi economica e sociale del mondo contemporaneo”.

» leggi tutto su www.cittadellaspezia.com