Altre News

Commemorazione Guido Rossa, l’omaggio di Liliana Segre: “Dopo quella barbarie Genova reagì e il movimento operaio confermò la sua scelta per la democrazia”

Commemorazione Guido Rossa, l’omaggio di Liliana Segre: “Dopo quella barbarie Genova reagì e il movimento operaio confermò la sua scelta per la democrazia”

Generico gennaio 2023

Genova. “Ricordare il barbaro omicidio di Guido Rossa 44 anni dopo quel 24 gennaio 1979 è un dovere per noi tutti, per le lavoratrici e i lavoratori di Genova certo, ma direi per il Paese intero. Con l’omicidio infatti di un operaio, di un uomo del sindacato e del Partito comunista il terrorismo delle Brigate Rosse compiva un tragico salto di qualità. Non si colpivano più solo gli avversari sociali, ma la stessa classe operaia colpevole di preteso moderatismo sociale e politico”. Lo scrive la senatrice a vita Liliana Segre nel giorno della commemorazione di Guido Rossa, ucciso dalle brigate rosse il 24 gennaio 1979. Segre, invitata alla commemorazione di Genova ma impossibilita a venire per precedenti impegni, a consegnato alla Fiom un ricordo toccante che sarà letto questa mattina nell’ambito della commemorazione all’interno dello stabilimento ex Ilva di Cornigliano organizzato come ogni anno dalla Camera del Lavoro di Genova, dalla Fiom e dalla Sms Guido Rossa.

“E però anche il movimento operaio e democratico fu in quell’occasione capace di un salto di qualità. Genova reagì. Reagirono lavoratrici e lavoratori, ma la società tutta, il sindacato, i partiti, il tessuto civile nel suo complesso – dice Segre – La manifestazione a Genova il giorno dei funerali di Guido Rossa fu imponente. La barbarie del terrorismo rosso ebbe la risposta, quantitativa e qualitativa, che meritava. E da quel colpo le BR non si sarebbero più davvero riprese”.

» leggi tutto su www.genova24.it