Altre News

Sanità, l’allarme della Cgil: “Liguri costretti a curarsi fuori regione”

Sanità, l’allarme della Cgil: “Liguri costretti a curarsi fuori regione”

medico ospedale

Liguria. E’ iniziata questa mattina presso il Tower Hotel di Genova la seconda giornata del XIII Congresso Cgil Liguria. I duecento partecipanti, delegate e delegati dei luoghi di lavoro e in rappresentanza dei pensionati iscritti, stanno partecipando al dibattito di questa lunga fase congressuale che a livello nazionale ha coinvolto 1 milione e 300 mila lavoratori. Al centro del dibattito le conseguenze della condizione socio economica ligure sulla vita di lavoratori e pensionati e le ricadute sulla popolazione in termini sociali.

In primo piano ancora la sanità: “I problemi della sanità in Liguria sono noti, dalla carenza di organico alle liste di attesa infinite – commenta Maurizio Calà Segretario Generale Cgil Liguria -. In questi giorni un’analisi della Corte dei Conti ha messo in luce come la Liguria sia tra le prime 5 regioni con saldo negativo per quanto riguarda la mobilità sanitaria tra regioni tra il 2012 e il 2021 di – 488 milioni di euro”. Il dato fotografa il costo sostenuto dalla Regione per quei liguri che non trovando soluzioni sanitarie sul territorio sono costretti a rivolgersi altrove.

» leggi tutto su www.ivg.it