Cronaca

“Una casa per avere le medicine”: l’appello social di Andrea, separato, senza lavoro e che ora vive in un magazzino

“Una casa per avere le medicine”: l’appello social di Andrea, separato, senza lavoro e che ora vive in un magazzino

andrea

Genova. “Una casa per dormire al caldo, per potermi fare una doccia e, soprattutto, per poter avere una residenza e quindi accedere al sistema sanitario e comprare le medicine di cui ho bisogno senza pagarmele a prezzo pieno. Ora non me le posso più permettere“. Questo l’appello di Andrea, 52 anni, che da mesi vive in un magazzino, rimasto solo con il suo cane dopo la separazione dalla moglie e dopo essere rimasto senza lavoro a causa dei suoi problemi di salute. Un appello che in queste ore sta facendo il giro dei social, dove lo stesso Andrea ha riversato tutta la sua sua storia.

Una storia difficile, fatta di imprevisti, brutte sorprese e solitudine. E che rischia di diventare un dramma. “Ho lavorato per tanti anni nell’edilizia – ci racconta Andrea – negli ultimi tempi iniziavo a stare male e così ho scoperto di soffrire di alcune allergie assolutamente incompatibili con il lavoro che facevo. Per cui sono dovuto rimanere a casa”. Poi la separazione dalla moglie, e di quella casa le porte sono rimaste chiuse.

» leggi tutto su www.genova24.it