Recco: processione, sparate e fuochi artificiali per un’edizione fantastica

Recco: processione, sparate e fuochi artificiali per un’edizione fantastica

Generico settembre 2023

Code davanti alle osterie dei Quartieri e code anche davanti al bancomat di piazza San Giovanni Bono. Migliaia di persone che passeggiano, in particolare sul lungomare e in via Roma, alcuni attardandosi davanti alle bancarelle, altre di corsa per spostarsi e accaparrarsi un buon posto in vista della sparata successiva.

Oggi festa patronale in omaggio alla Madonna del Suffragio, dopo il Canto dei secondi vespri, presieduti da Pietro Pigollo vicario episcopale diocesano, la processione per le vie cittadine con l’Arca di Nostra Signora del Suffragio, portata a spalla dagli atleti della Pro Recco rugby e scortata dai carabinieri in alta uniforme. Ad aprire il corteo la confraternita di Ceriale, poi quelle del Golfo Paradiso  con i loro ammiratissimi crocifissi. Importante la partecipazione della Filarmonica Giocchino Rossini. I rappresentanti dei Quartieri con i loro gagliardetti. Quindi il clero numeroso e, dopo la cassa con la Madonna adornata di gioielli i gonfaloni e le autorità. Il sindaco Carlo Gandolfo e la sindaca dei Ragazzi Alice Lacqua; il primo cittadino di Genova Marco Bucci; l’aeuroparlamentare Marco Campomenosi; l’onorevole Luca Pastorino; i consiglieri regionali Giovanni Boitano e Domenici Cianci; Franco Senarega in rappresentanza della Città metropolitana e poi tantissimi sindaci ed amministratori del Levante. Processione prededuta dalla polizia urbana e salutata al suo passaggio dalle sparate di “mascoli” dei Quartieri Collodari, Liceto, Verzemma, Bastia, Spiaggia e Ponte.

» leggi tutto su www.levantenews.it