Economia

Sunia conferma le previsioni: “Alla Spezia sfratti in aumento del 300%, famiglie abbandonate dal 2020”

Sunia conferma le previsioni: “Alla Spezia sfratti in aumento del 300%, famiglie abbandonate dal 2020”

Franco Bravo

Sono confermate le più nefaste previsioni sull’andamento degli sfratti eseguiti da gennaio a dicembre 2022 alla Spezia. Secondo i dati ufficiali del Ministero dell’Interno nel 2020 erano state presentate agli ufficiali giudiziari 73 richieste di esecuzione di sfratto, nello stesso anno ne sono stati eseguiti con gli ufficiali giudiziari 22, nel 2021 erano state presentate agli ufficiali giudiziari 178 richieste di esecuzione di sfratto, nello stesso anno ne sono stati eseguiti con gli ufficali giudiziari 54. Nel 2022 sono state presentate agli ufficiali giudiziari 357 richieste di esecuzione di sfratto con un aumento del 100% rispetto all’anno precedente, nello stesso anno ne sono stati eseguiti con gli ufficali giudiziari 170 con un aumento di circa il 300 % rispetto al 2021. “Come avevamo ampiamente denunciato nel corso degli ultimi due anni, la situazione è precipitata – denuncia Franco Bravo, segretario Generale Regionale SUNIA -. Lo stato in cui ci troviamo è frutto della totale assenza di politiche di sostegno alla locazione e allo stato di abbandono in cui sono state lasciate le famiglie dal 2020 in poi. La pandemia e le catastrofi socio-economiche che si sono succedute sono state completamente ignorate dai Governi di questi anni, con la colpevole aggravante del Governo Meloni, relativo alla cancellazione del Fondo di sostegno all’affitto e del Fondo per morosità incolpevole. Riteniamo che, a questo punto, non sia rinviabile un confronto serio su come far fronte allo stato di emergenza che investe nella nostra città centinaia di famiglie colpite da un provvedimento di sfratto e tutte quelle di cui non si hanno dati dal Ministero ma che lo hanno ricevuto nel 2023.

» leggi tutto su www.cittadellaspezia.com