Politica

Israele, il commento del sindaco Peracchini: “Solidarietà, condanniamo ogni forma di violenza”

Israele, il commento del sindaco Peracchini: “Solidarietà, condanniamo ogni forma di violenza”

Il sindaco Pierluigi Peracchini

“La mattina del 6 ottobre il mondo ha appreso la terribile notizia di un nuovo attacco violento sferrato da Hamas allo Stato di Israele. Gli estremisti islamici sono entrati nel paese causando centinaia di morti e migliaia di feriti, in un giorno simbolico per la popolazione, ovvero durante le celebrazioni della Festa dei Tabernacoli”. Così il sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini, su quanto accaduto in Israele, che in una nota prosegue: “Un episodio terribile che segna l’inizio di un’altra guerra a oltre un anno e mezzo di distanza dall’attacco russo all’Ucraina, che ha riportato, dopo anni di pace, la guerra nel cuore dell’Europa, e che alimenta la situazione conflittuale che da decenni interessa Israele e Hamas.
In qualità di Sindaco della Città della Spezia, esprimo solidarietà con il popolo israeliano e condanno fermamente ogni forma di violenza indiscriminata. La città della Spezia ha un legame profondo con la popolazione ebrea, in quanto il Golfo divenne base di partenza degli scampati ai lager nazisti che, negli anni immediatamente successivi alla fine della Seconda Guerra Mondiale, lasciarono l’Italia per tornare nella Terra Promessa per guardare al futuro e lasciarsi alle spalle gli orrori del conflitto. In quegli anni gli spezzini non esitarono ad aiutarli a fuggire con un importante impiego di uomini e mezzi, per questo motivo la nostra città è conosciuta nel mondo come Porta di Sion, nome che portiamo con orgoglio.

» leggi tutto su www.cittadellaspezia.com