La via maestra per stare insieme

La via maestra per stare insieme

Roma, manifestazione "La via maestra", 7 ottobre 2023 (foto Giorgio Pagano)

Attorno a me, nella società, colgo molta paura, e anche molta rassegnazione. La paura non è ingiustificata: le difficoltà economiche, la guerra, la crisi climatica. Ma spesso la paura è alimentata ad arte, e allora è destinata a rovesciarsi in impotenza, in rabbiosa ricerca di un capro espiatorio. Anche la rassegnazione non è ingiustificata: spesso non si vede come poter cambiare, e chi può interpretare le spinte a cambiare. Ma, nella società, colgo anche la speranza e la partecipazione, la voglia di stare insieme.

Scrivo appena rientrato da Roma, dove si è tenuta la più grande manifestazione degli ultimi dieci anni almeno, indetta dalla CGIL e da oltre cento associazioni, laiche e cattoliche, moderate e radicali, per la “via maestra”, la Costituzione. Come ha detto, commosso, Maurizio Landini: “L’emozione e la felicità di vedere una piazza così è enorme”. L’emozione e la felicità di rivedere in piazza tanti lavoratori, di tutti i settori, di riascoltare le note dell’”Inno dei lavoratori”, insieme a quelle delle canzoni popolari. La gente cantava, sulla musica suonata da una banda, anche “’O surdatonnammurato”.  

» leggi tutto su www.cittadellaspezia.com