Cronaca

Festini vip a Genova tra fiumi di cocaina e le escort ‘Cristilline’ per compiacere i potenti e ottenerne i favori

Festini vip a Genova tra fiumi di cocaina e le escort ‘Cristilline’ per compiacere i potenti e ottenerne i favori

Generico ottobre 2023

Genova. Feste in una magnifica villa con piscina vista mare oppure in altri appartamenti lussuosi condite da vassoi di cocaina “sempre disponibile” per disinibire ulteriormente le ragazze che poi per la serata venivano pagate cifre comprese tra i 250 e 400 euro a testa. Serate che, dopo il consumo di stupefacente vertevano su giochi come ‘obbligo o verità’ (ma anche giochi di carte) con obiettivo esclusivamente sessuali, dagli spogliarelli ai rapporti sessuali completi. E’ questo il cosiddetto ‘sistema Cristilli’, che l’architetto genovese aveva inventato per divertirsi ma soprattutto per compiacere possibili clienti o potenti di turno. Lui le ragazze, in una conversazione intercettata con un amico, le chiama le ‘Cristilline’ e i due ci ridono su soddisfatti tanto che l’amico gli suggerisce di “procurare le ragazze al presidente Berlusconi”.

L’indagine era cominciata nel 2021 con la scoperta di un giro di prostituzione in un’abitazione di via Serra dove era indagata Jessica Nikolic (e indagata anche madre per aver picchiato una prostituta che non aveva voluto consegnare il denaro dopo una prestazione sessuale a pagamento). Oltre ad Alessandro Cristilli, in manette è finito l’albergatore Cristian Rosolani. Divieto di dimora a Genova e obbligo di firma invece per Emanuele Merlini che avrebbe fatto da mediatore per l’acquisto della droga.

» leggi tutto su www.genova24.it