Gli incidenti stradali costano alla Liguria 7,5 milioni all’anno. Candia (Lista Sansa): “Servono città a 30 km/h”

Gli incidenti stradali costano alla Liguria 7,5 milioni all’anno. Candia (Lista Sansa): “Servono città a 30 km/h”

incidente san bartolomeo del fossato

Genova. “Agire in emergenza per soccorrere le persone vittime di incidenti stradali costa alla Regione 7,5 milioni di euro, una cifra altissima che potrebbe essere abbassata in modo significativo se si adottassero misure di prevenzione per ridurre gli scontri sulle strade, come l’istituzione di città 30 e l’utilizzo di nuova segnaletica”. A dichiararlo la consigliera regionale della Lista Sansa Selena Candia che sul tema ha presentato un’interrogazione durante la seduta di Consiglio odierno.

L’assessore alla sanità Angelo Gratarola ha precisato che i costi sanitari sono allineati rispetto all’andamento del Paese. In particolare nel 2022 i pazienti liguri transitati in pronto soccorso in seguito ad un incidente stradale sono stati 13.543, con una valorizzazione di 7 milioni e mezzo, mentre i pazienti transitati dal pronto soccorso dell’area metropolitana genovese sono stati 5.684, con una valorizzazione di 3 milioni e 100 mila euro. Citando il centro studi CeSCAM dell’università di Brescia, l’assessore ha spiegato che il costo degli incidenti stradali comprende diversi fattori, non solo sanitari, e ha sottolineato la peculiarità ligure di una mobilità particolarmente legata all’uso dei motocicli.

» leggi tutto su www.genova24.it