Molo crociere, il Consiglio di Stato conferma la sentenza del Tar: bocciata l’aggiudicazione dell’appalto

Molo crociere, il Consiglio di Stato conferma la sentenza del Tar: bocciata l’aggiudicazione dell’appalto

Rendering Molo Crociere

Tutto da rifare. La sentenza del Consiglio di Stato sull’aggiudicazione della gara d’appalto per la realizzazione del nuovo molo crociere ha infatti confermato la posizione del Tar della Liguria, che nell’aprile scorso aveva annullato la decisione dell’Autorità di sistema portuale in merito all’affidamento dei lavori per l’infrastruttura che dovrà ospitare la futura stazione crocieristica. Rimane quindi in bilico il destino dell’opera, aggiudicata per 47 milioni di euro e finanziata con fondi Pnrr, quindi da spendere entro il 2026.

Il ricorso ai giudici amministrativi romani era stato presentato dal raggruppamento di imprese risultato vincitore, composto da Fincantieri, Sales e Impresa Mentucci Aldo, che ha tentato di far valere il principio dell’interesse pubblico della celere esecuzione dei lavori, riconoscendo, eventualmente, un risarcimento a Fincosit, Rcm e Agnese Costruzioni, secondi classificati e per questo ricorrenti al Tar della Liguria.
Il Consiglio di Stato non ha però ritenuto di pronunciarsi sulla questione, confermando invece l’ammissibilità dell’offerta tecnica del raggruppamento piazzatosi in seconda posizione e incardinata sulla possibilità di realizzare parte dei cassoni con un bacino di fabbricazione posto in Calata Paita.

» leggi tutto su www.cittadellaspezia.com