Realizzazione Arsenale snodo centrale dell’identità culturale e gastronomica. L’Accademia del gusto ricorda Domenico Chiodo

Realizzazione Arsenale snodo centrale dell’identità culturale e gastronomica. L’Accademia del gusto ricorda Domenico Chiodo

Domenico Chiodo

L’Accademia del Gusto giovedì 26 ottobre prossimo ricorderà il bicentenario della nascita di Domenico Chiodo (30 ottobre 1823 – 30 ottobre 2023) architetto italiano, ufficiale del Genio militare e generale che effettuò nel 1857 su incarico di Camillo Benso Conte di Cavour lo studio di fattibilità per un cantiere navale nel Golfo della Spezia. Ma il Genio di Chiodo fu quello di intuire le potenzialità del golfo e di proporre alla Spezia la realizzazione di un grande arsenale che avrebbe sostituito quello di Genova per rispondere meglio alle necessità del regno di Sardegna prima e d’Italia dopo alla sua espansione marittima. I lavori di costruzione dell’Arsenale, iniziarono il 21 aprile 1862 e terminarono il 28 agosto 1869 sempre sotto l’attenta direzione di Domenico Chiodo. “Un anniversario sinora passato in sordina ma fondativo ed importantissimo per la nostra città – commenta Nicola Carozza, Presidente dell’Accademia del Gusto – vogliamo ricordare e promuovere la vicenda storica di Domenico Chiodo e la realizzazione dell’Arsenale Militare Marittimo per l’identità del nostro territorio, anche dal punto di vista sociale, culturale e gastronomico. Spesso ahimè utilizziamo il termine ‘arsenale’ in un’accezione negativa, senza parlare poi di quello di ‘arsenalotto’, quasi che l’arsenale abbia tarpato le ali ad un altro ipotetico sviluppo. La realizzazione dell’arsenale alla Spezia nell’Ottocento è stata invece essenziale per la ‘scoperta’ del nostro golfo, Spezia è diventata così un sinonimo di città dello sviluppo, della tecnologica, dell’innovazione, dell’industria. La stessa parola arsenale che proviene dall’arabo (Dār al-ṣināʿa), significa proprio casa d’industria, casa dei mestieri. La nostra città, le nostre potenzialità economiche, il nostro sviluppo, la nostra cucina…e persino i nostri difetti non sarebbero i medesimi senza la figura di Domenico Chiodo!”. Relazionerà per l’occasione su Domenico Chiodo l’Ammiraglio Ispettore Capo Giuseppe Celeste, Past President dell’Accademia del Gusto, laureato in ingegneria elettronica presso l’Università di Pisa, già Direttore Tecnico dell’Arsenale Militare Marittimo della Spezia dal 1988-1990, Presidente Mariperman, Direttore Mariteleradar e Direttore del Museo tecnico Navale della Spezia. La serata dell’Accademia del Gusto si concluderà con una degustazione di piatti tipici presso l’antica Osteria Negrao.

L’articolo Realizzazione Arsenale snodo centrale dell’identità culturale e gastronomica. L’Accademia del gusto ricorda Domenico Chiodo proviene da Città della Spezia.

» leggi tutto su www.cittadellaspezia.com