Spostamento del campo Sinti di Bolzaneto, Pd all’attacco: “Avviare percorso coi i cittadini, spostare non risolve i problemi”

Spostamento del campo Sinti di Bolzaneto, Pd all’attacco: “Avviare percorso coi i cittadini, spostare non risolve i problemi”

commissione parlamentare al campo sinti bolzaneto

Genova. Lo scorso 23 luglio, i coordinamenti del Partito Democratico della Val Polcevera, il Municipio V Valpolcevera e le amministrazioni comunali di Sant’Olcese e Serra Riccò, apprendevano la volontà dell’Amministrazione comunale di Genova di confermare il trasferimento del campo Sinti, attualmente sito in Via al Santuario di Nostra Signora della Guardia, nel parco di rimessaggio dei mezzi ATP presso la sponda destra di Lungo Torrente Secca, zona posta al centro di due aree a rischio idraulico e sotto un cavalcavia autostradale. Pertanto, in accordo con i nostri Coordinamenti territoriali, le Amministrazioni hanno tempestivamente chiesto al Comune di Genova di condividere un percorso di dialogo che coinvolgesse coloro che operano socialmente nel campo, come la Comunità di Sant’Egidio e i Servizi Sociali per avviare un percorso di superamento del campo anche coinvolgendo la comunità Sinti. L’obiettivo comune dovrebbe essere quello di chiudere definitivamente la stagione dei campi, prendendo esempio da positive esperienze italiane ed europee, anche con il prezioso contributo di realtà importanti come Fondazione Migrantes”.

Lo scrivono in una nota stampa i coordinamenti del Partito Democratico della Val Polcevera, il Municipio V Valpolcevera e le amministrazioni comunali di Sant’Olcese e Serra Riccò.

» leggi tutto su www.genova24.it