Apre alla Spezia uno sportello di primo ascolto per la comunità LGBTQIA+

Apre alla Spezia uno sportello di primo ascolto per la comunità LGBTQIA+

Raot

Nasce alla Spezia Luogo Sicuro, lo sportello di primo ascolto ideato e gestito da RAOT per membr3 della comunità LGBTQIA+, le loro famiglie e le reti prossime. RAOT – Rete Anti Omofobia e Transfobia apre il primo spazio “safe” della provincia della Spezia: Luogo Sicuro è uno sportello di primo ascolto e accoglienza per la cittadinanza, per la comunità LGBTQIA+ e per le loro famiglie, gestito da professionisti e professioniste. L’obiettivo è quello di garantire uno spazio sicuro, supportivo e non giudicante che possa servire per accogliere, per orientare e/o attivare al bisogno tutte le opportune reti di supporto, in cui le persone saranno accolte da psicologi e psicologhe specializzate e formate sulle tematiche LGBTQIA+. “Abbiamo ricevuto molte richieste di supporto: chiamate, mail e messaggi sui social, solo nell’ultimo anno – spiega la presidente Valentina Bianchini – il territorio sta manifestando il bisogno di spazi di accoglienza reale, dove potersi sentire accolt3 senza giudizio, dove incontrare persone, in particolare specialisti e specialiste formate e potersi confrontare”.

Nel 2023, la sigla LGBTQIA+ è ancora sinonimo di stereotipo e stigma: le persone sono discriminate per il loro orientamento sessuale e di genere, non ricevono tutele dal punto di vista istituzionale e spesso nemmeno nelle famiglie o nei gruppi di amici e conoscenti. “È quindi fondamentale mettere a disposizione del territorio uno spazio sicuro di accoglienza e ascolto che sia punto di riferimento e polo informativo in merito alle tematiche LGBTQIA+ e che possa servire per orientare e attivare al bisogno tutte le reti di supporto e/o indirizzamento ad altri percorsi e/o figure professionali a seconda delle esigenze e dei bisogni individuali”.

» leggi tutto su www.cittadellaspezia.com