Altre News

Opere pubbliche a Ceriale, Nervo: “Piano senza strategia, nessun progetto per il rilancio del paese”

Opere pubbliche a Ceriale, Nervo: “Piano senza strategia, nessun progetto per il rilancio del paese”

comune ceriale

Ceriale. “Leggendo il comunicato del vice sindaco Luigi Giordano sulle opere pubbliche avrei avuto piacere di leggere una programmazione che potesse in qualche modo rilanciare Ceriale e non un semplice elenco di opere di manutenzione. Soprattutto non vorrei più sentir parlare di interventi che fanno capo a passate amministrazioni e nello specifico mi riferisco all’adeguamento idraulico del rio San Rocco, progetto voluto dall’amministrazione con dindaco Ennio Fazio, intervento che incide per circa il 50% sulla cifra complessiva di 10 milioni di euro e che il vice sindaco Giordano continua a promuovere come suo”. Lo afferma Piercarlo Nervo, consigliere comunale del gruppo “Noi per Ceriale”.

Secondo Nervo “Ceriale avrebbe potuto puntare su un grande intervento valutando l’acquisto dell’ex colonia Veronese, con la creazione di una sala convegni ed un nuovo palazzo comunale dove trasferire tutti gli uffici, compresi quelli che oggi si trovano distribuiti sull’intero territorio e mi riferisco: all’ufficio tecnico, all’ufficio ambiente, all’ufficio commercio e al comando di polizia locale che sono tutti collocati al di fuori del palazzo comunale. Tale operazione avrebbe consentito di avere tutti gli uffici in un’unica struttura e nel centro del paese e, tenendo conto del flusso di persone che usufruiscono degli uffici pubblici, si sarebbe creato anche un indotto per le attività produttive. L’acquisto sarebbe stato fattibile con utilizzo di risorse proprie del Comune e, nell’eventualità fosse stato necessario, con l’alienazione degli immobili di proprietà del Comune che si ritroverebbero ad esseri liberi dopo lo spostamento degli uffici nell’ex colonia Veronese”.

» leggi tutto su www.ivg.it