Alcol stop alle 18, Confcommercio: “Provvedimenti dovrebbero punire chi non rispetta le regole, non i commercianti”

Alcol stop alle 18, Confcommercio: “Provvedimenti dovrebbero punire chi non rispetta le regole, non i commercianti”

Un bicchiere di whisky abbandonato

Il divieto di alcol a partire dalle 18 della sera di domani, 7 dicembre, fino all’8 gennaio 2024 contenuto nell’ordinanza firmata ieri dal sindaco della Spezia fa discutere. A intervenire sul tema è l’associazione di categoria Confcommercio La Spezia che ha raccolto le perplessità dei commercianti associati.

“Siamo consapevoli e condividiamo l’idea che il contrasto all’abuso di alcool e al disturbo della quiete siano aspetti prioritari per la vivibilità della città tuttavia non condividiamo la scelta del limite d’acquisto di alcolici alle ore 18.00, una decisione che penalizza i commercianti di una specifica area. – dichiara il direttore di Confcommercio La Spezia Roberto Martini –. L’orario non limita l’acquisto di bevande alcoliche, spinge anzi il consumatore a preferire market e supermercati fuori dal centro cittadino, contribuendo in questo modo a esacerbare la convivenza tra consumatori e residenti. Gli interventi dovrebbero essere volti a punire i responsabili dei disordini e non le attività commerciali. Invitiamo dunque l’amministrazione a tornare sui propri passi e ripristinare il limite alle ore 21.00 impostato negli scorsi anni oltre a un’attività di presidio delle forze dell’ordine sul territorio.”

» leggi tutto su www.cittadellaspezia.com