Politica

Basso: “Con l’intitolazione a Norma Cossetto si chiude un cerchio”

Basso: “Con l’intitolazione a Norma Cossetto si chiude un cerchio”

Matteo Basso

“Grande soddisfazione per l’operato dell’amministrazione comunale della Spezia”, è quanto afferma a nome del gruppo cittadino di Fratelli d’Italia il consigliere comunale Matteo Basso. Il riferimento è al percorso d’iniziative poste in campo dall’amministrazione e all’importante lavoro svolto dalla vice sindaca e assessora alla toponomastica Maria Grazia Frijia: “È stato compiuto un grande lavoro a tutela della memoria storica e del ricordo delle vittime delle atrocità dei regimi totalitari. Con l’intitolazione di una via a Norma Cossetto, vittima incolpevole delle atrocità dei partigiani comunisti del generale Tito, abbiamo chiuso un cerchio ideale che abbraccia e ricorda tutte le vittime di estremismi; dalla posa delle pietre d’inciampo dedicate a nostri concittadini deportati nei capi di sterminio nazisti, all’intitolazione di una via alla Senatrice Rita Levi-Montalcini, premio Nobel e fiera oppositrice delle leggi razziali. La storia della giovane studentessa istriana, è simbolo della tragedia delle foibe e di tutte quelle persone scacciate dalle loro terre o costrette a pagare con la vita il solo fatto di essere italiani”.

Conclude poi Basso: “La Spezia si è da sempre contraddistinta per l’alto valore morale delle iniziative a tutela della vita e dignità altrui; con l’intitolazione di oggi afferma in via assoluta l’importanza di non dimenticare le atrocità del passato senza distinzioni ideologiche o storture politiche.”

» leggi tutto su www.cittadellaspezia.com