Lerici, il Comune si illumina di rosso per la sensibilizzazione sulle cardiopatie congenite

Lerici, il Comune si illumina di rosso per la sensibilizzazione sulle cardiopatie congenite

Generico febbraio 2024

Mercoledì prossimo, 14 di febbraio, il palazzo comunale di Lerici si illumina di rosso aderendo alla giornata di sensibilizzazione sulle cardiopatie congenite proposta dall’associazione Piccoli Cuori O.D.V. con l’obiettivo di far luce sulle problematiche tipiche di chi nasce con una cardiopatia congenita. L’associazione si è costituita tra i genitori dei piccoli pazienti del Dipartimento Cardiovascolare dell’Istituto Giannina Gaslini di Genova; i suoi scopi sono principalmente essere un concreto supporto alle famiglie, aiutandole ad affrontare in modo appropriato e consapevole il percorso di crescita dei bambini con cardiopatie congenite ed acquisite; stimolare la ricerca e l’aggiornamento nel campo della cardiologia e cardiochirurgia pediatrica; sensibilizzare l’opinione  pubblica e le istituzioni sulle problematiche inerenti le cardiopatie congenite.
Lo scorso ottobre, l’amministrazione comunale di Lerici aveva aderito alla campagna di screening “Una vela per il cuore”, con ecocardiogramma gratuito, promossa da Cardio Team Foundation e patrocinata dalla Presidenza nazionale della Lega Navale Italiana.
“Tutte queste iniziative si inseriscono a pieno titolo nel progetto Cuore al centro – Lerici comune cardioprotetto che le Politiche sanitarie, i Lavori pubblici, la Pubblica Assistenza di Lerici e la Protezione Civile nei prossimi mesi promuoveranno sul territorio lericino – spiega Alessandra Di Sibio, assessore alle Politiche sanitarie del Comune di Lerici -. La prevenzione è un tema fondamentale nella cura di tutte le patologie. Il Comune di Lerici lavora in questa direzione ormai da tempo con una serie di iniziative tutte volte alla sensibilizzazione della cittadinanza all’importanza della prevenzione”.

L’articolo Lerici, il Comune si illumina di rosso per la sensibilizzazione sulle cardiopatie congenite proviene da Città della Spezia.

» leggi tutto su www.cittadellaspezia.com