Altre News

Servizio idrico savonese, il comitato Acqua Bene Comune: “Grave il mancato accordo su soggetto unico”

Servizio idrico savonese, il comitato Acqua Bene Comune: “Grave il mancato accordo su soggetto unico”

Acqua siccità generica

Provincia. “La vicenda del mancato accordo per la creazione del soggetto unico per la gestione del Servizio Idrico Savonese (ATO 1 costiero) è di una gravità senza precedenti. Sono anni che diciamo, inascoltati, che il rischio era proprio questo. Tutte e tutti i sindaci che si sono succeduti nel corso degli anni hanno le loro responsabilità, visto che il processo di fusione tra le tre società pubbliche era possibile già qualche anno fa”. Lo fa sapere, in una nota, il comitato savonese “Acqua Bene Comune”.

“Si è perso del gran tempo per evidenti questioni di campanilismo, di divisioni partitiche, di difesa di interessi ‘di bottega’, di ‘potere’, tralasciando l’interesse generale, il diritto umano e il rispetto del referendum del giugno 2011 – spiegano -. Si poteva fare perché la perequazione tra i diversi livelli di investimento e di peso delle tre società non compete in modo esclusivo e definitivo ai sindaci ma, nel momento in cui si fa la fusione tra le tre società, sarà il tribunale di Savona a compiere questa operazione attraverso un tecnico incaricato. Tale operazione, per chi non lo sapesse, ma un sindaco dovrebbe ovviamente saperlo (!!), si chiama concambio ed è il meccanismo che rende omogenee, senza vantaggi o svantaggi per alcuno, i valori delle partecipazioni nelle società che sono diverse tra di loro”.

» leggi tutto su www.ivg.it